Iscrivimi a NotizieInRete - Invia NotizieInRete ad un amico - Non vedo bene NotizieInRete, la consulto su web -

NotizieInRete 375 - 13 aprile 2015 - Newsletter del Consorzio Nazionale Idee in Rete

info@ideeinrete.coop - www.ideeinrete.coop

Aderente a

Da non perdere

NotizieInRete 150 anni di coesione e integrazione sociale

I quaderni di Idee in Rete

1 - Idee in Rete, l'impresa sociale che non ti aspetti

2 - Dal libro verde al libro bianco

3 - Rassicura

4 - La cooperazione sociale in ambito sanitario

A portata di mano

I soci e le cooperative

Contatti e Amministratori

Lo statuto e Il regolamento

Roma, 14 maggio, Convegno conclusivo di RIRVA

Il 14 maggio 2015 a Roma, presso lo Spazio Europa, Parlamento Europeo, Via IV Novembre 149, si terrà il Convegno conclusivo del Progetto RIRVA, la Rete italiana per il ritorno volontario assistito animata da un partenariato che vede Idee in Rete come capofila e CIR, Oxfam, Gea, Cnoas e ISMU come partner. Questa edizione, che vedrà un folto numero di ospiti istituzionali in rappresentanza del Governo, del Parlamento e del Ministero dell'interno, ragionerà sulle politiche del ritorno in vista del nuovo ciclo di programmazione comunitaria e si soffermerà sul tema dell'utilizzo delle risorse previdenziali e degli ammortizzatori sociali nelle strategie per favorire il ritorno volontario dei migranti.

DDL delega sul TS, il testo e i commenti

News dalla Biennale della Prossimità

La Camera dei Deputati ha approvato la Legge Delega sulla riforma del Terzo settore; ora l'esame passa al Senato e, in caso di approvazione senza modifiche il testo sarà definitivamente approvato e la parola passerà ai decreti attuativi. NotizieInRete ha già ampiamente commentato questo DDL; di seguito sono riportati i riferimenti relativi al testo approvato dalla Camera e ad alcune prese di posizione che ne sono seguite: 

Prese di posizione e articoli sul tema:

Tieniti aggiornato su questo argomento su


Festival di Lucca 16-16 aprile, partono i Cantieri del Bene Comune 2015

 

Parte con il Festival del Volontariato di Lucca dal 16 - 19 aprile il ciclo di eventi dei Cantieri del Bene Comune 2015, di cui fanno parte anche la Biennale della Prossimità e l'Happening della Solidarietà.


Dal 16 al 19 aprile la città di Lucca torna a tingersi dei colori della solidarietà con la quinta edizione del Festival del Volontariato che si svolgerà al Real Collegio e per le piazze e vie del centro storico. Un evento organizzato dalCentro Nazionale per il Volontariato (Cnv) e dalla Fondazione Volontariato e Partecipazione (Fvp) in collaborazione con più di cento sigle e realtà locali e nazionali. Dopo il grande successo dell’edizione 2014, con oltre 32mila partecipanti e l’annuncio da parte del premier Matteo Renzi della riforma del terzo settore, il Festival rilancia con un programma di qualità, nuovi ospiti e tante iniziative culturali e di animazione.

Il programma prevede la presenza di numerosi ministri e sottosegretari, che verranno a confrontarsi con il mondo del volontariato, e dai tanti protagonisti della società civile pronti a portare la loro forte testimonianza. Accanto agli eventi culturali c’è un programma di animazione promosso dal tessuto sociale della città e dalle associazioni locali, a cui va già da ora un grande ringraziamento per la passione e la costanza che sono il motore del Festival.

Un filo rosso unisce le questioni su cui i quattro giorni del festival sviluppano il fitto programma culturale, che si sviluppa intorno al tema della centralità dei giovani: la giovane Europa con gli scambi, la cooperazione e la mobilità tra sistemi d’istruzione e percorsi di solidarietà. Tra i tanti temi affrontati nei quattro giorni vi sono la sicurezza partecipata, la protezione civile, la comunicazione sociale, il carcere e i vantaggi delle pene alternative, la tutela dei beni culturali e del territorio attraverso buone prassi, programmi nazionali ed europei. La disabilità, con l’approccio al dopo di noi. Che approfondisce il tema delle policy regionali, dell’indirizzo governativo e della nuova legge nazionale. E ancora le sfide e i problemi delle adozioni internazionali, l’impatto sociale del terzo settore nel quadro della riforma legislativa (su questo tema interverrà anche il presidente di Idee in Rete Gianfranco Marocchi, insieme a al Sottosegretario Luigi Bobba, a Paolo Venturi e Elisa Chiaf) il volontariato come vettore di pace nel mondo. 

Grande attenzione come ogni anno ai temi dell’informazione con i moduli per la formazione continua per i giornalisti che vedranno la partecipazione di giornalisti di reti testate quali Tg1, Famiglia Cristiana, il Corriere della Sera, Tv2000, Il giornale della Protezione Civile, Il Sole 24 Ore, Vita.
L’evento centrale di animazione è laStaffetta della Solidarietà che giunge al terzo anno e riempirà le mura urbane dal primo all’ultimo giorno del Festival. 

Tante le iniziative artistiche a completare il programma dei quattro giorni: dalla rassegna teatrale “Il Teatro dei Perché” al “Lucca Classica Music Festival” dell’Associazione Musicale Lucchese, ai tanti spettacoli ed eventi musicali in programma.

Il programma e tutte le informazioni sono reperibili sul sito festivalvolontariato.it.

 

Comitato Promotore: vicina la definizione del programma

Prosegue il cammino di avvicinamento alla Biennale.

Mercoledì 15 il gruppo promotore si incontrerà a Milano e dall'incontro dovrebbe uscire un programma maggiormente definito rispetto all'attuale bozza.

 

Prossimità e Welfare:  se ne parla in un convegno del Forum a Genova

Intanto la Biennale fa parlare di sé a Genova, dove il 20 aprile il Forum Regionale del Terzo Settore promuove il convegno "Il welfare che verrà, come lo vogliamo noi"; Gianfranco Marocchi, nella sua veste di co direttore della Biennale della Prossimità, coordinerà la tavola rotonda, segno della volontà, da parte del Terzo Settore Ligure, di sottolineare come la prossimità costituisca una dimensione imprescindibile per far evolvere il nostro welfare.

 

I rifiuti che non rifiutano

Un'altra notizia dalla Biennale è costituita dall'aggregazione di un gruppo di cooperative sociali impegnate nelle attività di raccolta dei rifiuti che vogliono esplorare le dimensioni di prossimità connesse a questo ambito di intervento; una ragione in più per partecipare per le cooperative che lavorano in tale ambito. Rispetto alla nostra rete, Pietro Borghini (presidente@laformica.rimini.it), presidente de La Formica di Rimini e tra i primi promotori di questo spazio nella biennale può fare da riferimento per i soci interessati a capire come sviluppare il tema.

 

Ditelo con un video

Nell'edizione alluvionata di ottobre erano tantissimi gli aderenti che si proponevano di raccontare il proprio intervento di prossimità con un video. Per fare in modo che questo linguaggio non sostituisca la presentazione della propria esperienza a voce, si è deciso di rendere disponibile per tutta la giornata di sabato 6 giugno un teatro in cui scorreranno i video ad orari prefissati. 

Sarà così possibile a chi interverrà dal palco invitare chi fosse interessato ad approfondire quanto raccontato ad assistere nel corso della giornata al video, assicurando tra l'altro in questo modo tempi di proiezione adeguati senza togliere spazio all'intervento, dove rimane comunque possibile proporre un breve assaggio della proiezione entro i 10 minuti riservati a ciascun aderente (vedi qui modalità di partecipazione e spazi a disposizione per gli aderenti alla Biennale; e qui per chi volesse fare qualcosa di più).

E' possibile inviare il video che si desidera proiettare:

  • caricandolo su YOUTUBE e inviando una e-mail con il link a direzione@consorziomotiva.it

  • registrandolo in qualsiasi formato leggibile da VLC (la maggior parte di quelli esistenti, comunque si suggerisce di fare una prova con VLC) e inviandolo sempre a direzione@consorziomotiva.it; nel caso (probabile) che si tratti di un file di dimensioni superiori ai 10 MB è consigliabile utilizzare i servizi per la spedizione di file di grandi dimensioni (es. Jumbo mail per Libero);

  • chi avesse già inviato l’anno scorso, può mandare semplicemente una e-mail a direzione@consorziomotiva.it segnalando di voler usare il video della passata edizione.

 

18 e 19 giugno, ad Assisi per i trent'anni dalla prima assemblea delle cooperative sociali

Il 18 e 19 giugno si celebra ad Assisi il trentennale della prima Assemblea delle cooperative sociali di Confcooperative.

Il tema di allora - 21/22 giugno 1985 -  “Solidarietà e cooperazione: da un’utopia possibile, una prospettiva sociale” conteneva un indirizzo e una profezia che i cooperatori sociali hanno saputo interpretare, dando vita all'esperienza che tutti conosciamo. Per celebrare i trent'anni da quell'assemblea, Federsolidarietà – Confcooperative organizza una due giorni ad Assisi i prossimi 18 e 19 giugno al Teatro “Lyric”. Sarà un momento di festa ma anche di confronto e di dibattito. Saranno coinvolti almeno 1000 cooperatori sociali.

“Le cooperative sociali sono passate dall’essere un’esperienza pionieristica di circa 650 imprese nel 1985 ad oltre 12.000 oggi attive, proponendosi come una forza sociale, economica ed occupazionale importante e consolidata. Una crescita che raramente si è vista, con questi livelli di progressione, in altri settori della cooperazione e dell’impresa italiana. Abbiamo realizzato molto ed effettivamente la prospettiva sociale e l’organizzazione della solidarietà, che auspicavano i fondatori delle prime cooperative di solidarietà sociale, si è realizzata ed è diventata un modello di successo” spiega in una lettera il Presidente di Federsolidarietà,Giuseppe Guerini.

Vogliamo allora ripartire proprio da Assisi per rilanciare le sfide dei prossimi anni, guardare al futuro e, al contempo, confermare i valori e gli ideali che sono indispensabili per fare cooperazione sociale autentica. Confidiamo che Assisi sia anche un laboratorio di partecipazione e di rilancio motivazionale dove le cooperatrici e i cooperatori sociali possano rafforzare i propri sentimenti di coesione e solidarietà.

   

Terzo settore - imprenditorialità sociale

Lavoro

Impresa

Migranti

Politiche sociali e Diritti

Salute

Italia