Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie policy.
Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed

Importante riconoscimento per la cooperazione sociale in un ambito di lavoro di prestigio e qualità come il mondo del design. La cooperativa sociale Futura, associata al consorzio Leonardo di Pordenone, ha collaborato alla realizzazione della collezione Pieces of Venice che recupera i legni dei moli e delle bricole di Venezia e li trasforma in oggetti artistici. La collezione è stata presentata l'11 gennaio scorso alla Triennale di Milano, un'istituzione culturale ospitata all'interno del Palazzo dell'Arte che produce mostre, convegni ed eventi di arte, design, architettura, moda, cinema, comunicazione e società.

Alla cooperativa Futura è affidata la produzione di bastoni, porta medicinali e altre tipologie di oggetti; appena avviate le vendite, si occuperà anche del confezionamento e della logistica.

Pieces of Venice è un progetto nato dalla  volontà di rendere la produzione artigianale funzionale al benessere del cliente in senso olistico, ovvero a partire dalla percezione tattile del materiale allo stare bene in compagnia

Pieces of Venice riunisce in sé una pluralità di valenze di interesse sociale: recupera i materiali riciclabili della Laguna di Venezia, li mantiene invariati oppure li trasforma radicalmente, per offrirli a un pubblico amante del bello e attento al sociale; e attraverso ciò rende possibile l'inserimento lavorativo. Se i principali destinatari di questo progetto innovativo appartengono a due differenti fasce sociali, bambini e anziani, che rappresentano l'inizio della vita e la maturità, le lavorazioni e le trasformazioni dei materiali sono infatti affidate prevalentemente ad aziende con finalità di riscatto e riabilitazione sociale.

La scelta di optare per una fornitura di carattere etico e solidale ha le sue radici nello statuto stesso dell'azienda: Pieces of Venice è una delle prime Benefit Company, ovvero un'impresa che ha obiettivi non solo economici, ma anche sociali. "La mission di far stare meglio sempre più persone con disabilità o svantaggio sociale che altrimenti sarebbero emarginati all'interno della nostra società" spiega il presidente di Futura Gianluca Pavan "crea una comunione di intenti tra noi di Futura e Pieces of Venice: un punto di incontro che ci permette di lavorare insieme e portare in alto i nostri obiettivi". 

www.piecesofvenice.it

 


 

La cooperativa Futura è nata nel 1989 e oggi conta 56 soci lavoratori, la metà dei soci lavoratori dei reparti lavorativi sono persone disabili o con svantaggio lavorativo (13 su 25). Dal 2009 si è trasferita in un nuovo stabilimento all’interno della zona industriale di San Vito al Tagliamento (PN) con l’obiettivo di sottolineare il valore del lavoro e del contributo che ognuno può dare alla propria comunità di appartenenza con i propri talenti. Con la stessa visione proiettata alla sostenibilità non solo sociale, ma anche ambientale, il nuovo stabilimento è stato voluto con il più basso impatto ambientale possibile: grazie all’impianto geotermico e ai sistemi fotovoltaico e solare, nonché di isolamento termico, la cooperativa Futura è autosufficente per oltre il 70 per cento dell’energia necessaria.

Tra le varie attività la cooperativa Futura gestisce il portale Geneticamente Diversi che vende online prodotti solidali.

 

Login Form