Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella Cookie policy.
Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie
FacebookTwitterGoogle BookmarksLinkedinRSS Feed

il 10 febbraio Isnet ha presentato a Milano un'idagine realizzata insieme a Right Hub sul social procurement. Qui trovi una sintesi di alcuni dati.

Uno degli esiti più interessanti dell'indagine è che in nove casi su dieci - l’88,1% delle imprese profit intervistate da Isnet - c’è disponibilità a valutare candidature per gli acquisti sociali. La percentuale aumenta fino al 97% nel caso di imprese profit che hanno già in essere dei rapporti di fornitura con le cooperative sociali (il 27,5 del campione).  Una buona notizia per stimolare i processi di diversificazione già in atto in molte organizzazioni e aumentare il numero delle best practice, ad oggi ancora poco diffuse rispetto alle effettive potenzialità.

Le interviste ai responsabili acquisti e csr manager sono state realizzate nel mese di dicembre 2015, attraverso  un questionario strutturato, somministrato con tecnica CATI (Computer-Assisted Telephone Interviewing). Il campione di 109 aziende è costituito prevalentemente (65,1% degli intervistati) di aziende di grandi dimensioni con più di 250 dipendenti, con sede legale nel Nord Italia e più unità locali diffuse su tutto il territorio nazionale.

Login Form